Navigazione veloce

Volontari della Croce Verde:  sempre presenti!

112… 118… la chiamata è partita; la voce che chiede aiuto è angosciata.

L’urlo della sirena fende l’aria. Poi improvviso il silenzio.

Sulla scena compaiono loro: i volontari della Croce Verde.

Il loro arrivo è atteso con ansia crescente; la loro presenza porta sempre conforto e speranza.  

Sicuri e silenziosi si avvicinano all’infortunato: valutano attentamente la situazione, poi con mosse precise si mettono all’opera.

Si sono preparati con cura per affrontare simili evenienze: lunghe ore di corsi teorici e tanta pratica per perfezionare sempre di più le tecniche d’intervento.

Sanno di avere di fronte un nemico terribile, che non lascia spazio all’ indugio, all’ esitazione: il tempo.

Pochi attimi possono essere decisivi, possono essere l’invisibile linea di separazione tra la vita e la morte.

Ripartono portando spesso  con sé una persona sofferente, ferita, magari in condizioni disperate, giovane, anziana, una persona in quel momento estremamente fragile, non solo nel corpo ma soprattutto nell’animo.

I loro gesti e le loro parole possono essere già una prima, preziosa e indispensabile cura, un vero balsamo per le ferite.

La soddisfazione più grande quando capiscono che hanno vinto loro quella cruenta battaglia, fatta di attimi, di minuti preziosi, che possono essere determinanti, vitali, per la persona che hanno soccorso.

Queste le impressioni che ci portiamo dentro dopo l’interessante e coinvolgente incontro, tenutosi nella nostra Scuola mercoledì 18 aprile, con  alcuni volontari della Croce Verde di Bagnolo Piemonte.

Persone che in un’epoca in cui l’individuo è spesso ripiegato su di sé, in un chiuso e freddo individualismo, mosso solo dall’interesse personale, hanno scelto di dedicare, di regalare, alcune ore della loro vita quotidiana agli altri, giorno e notte,  feriali e festivi, Natale e Ferragosto.

Hanno scelto di dare ulteriore valore alla loro vita aiutando gli altri a conservare la propria.

A noi non rimane quindi che congratularci per l’impegno da loro profuso a favore della Comunità e ringraziarli per il tempo che ci hanno dedicato: possiamo dire di avere imparato da loro regole di comportamento semplici ma essenziali per evitare alcuni pericoli della vita quotidiana e per sapere eventualmente affrontare con consapevolezza alcune situazioni di rischio  per noi e per chi vive accanto a noi.

Gli alunni della IIIA e della IIIB, Secondaria I grado di Scarnafigi